Intesa tra Asl e Comune sull’assistenza pediatrica di libera scelta nelle Colline Metallifere. E’ stato infatti un incontro chiarificatorio quello che il direttore generale della Asl Toscana sud est, Antonio D’urso ha avuto stamattina con il sindaco di Massa Marittima, Marcello Giuntini, sul tema.

Il confronto si è reso necessario e utile per illustrare al sindaco, rappresentate delle istanze dei cittadini, il definitivo quadro organizzativo che si è andato a delineare a seguito del trasferimento volontario di uno dei pediatri della Zona.

I pediatri di libera scelta, che continuano a svolgere la loro attività nell’ambito assistenziale delle Colline Metallifere, hanno dato la propria totale disponibilità a sopperire all’assenza della collega dimissionaria prendendo in carico i suoi assistiti e garantendo l’assistenza presso l’ambulatorio/studio situato all’ospedale Sant’Andrea di Massa, per 4 giorni a settimana, per un totale di 16 ore.
Inoltre, qualora il numero dei bambini assistiti dovesse aumentare, gli stessi specialisti hanno accordato la possibilità di svolgere attività pediatrica per un giorno settimanale in più, anche nella frazione di Valpiana.

La continuità del servizio di pediatria di libera scelta è assicurata anche dalla opportunità dei pediatri di sostituirsi a vicenda in caso di necessità. Grazie al software utilizzato per il modello di medicina di gruppo o associativa, ogni pediatria potrà avere a disposizione le informazioni cliniche di tutti i piccoli pazienti dello stesso ambito, in modo da conoscere il quadro clinico pregresso.

“Ritengo che l’incontro con il sindaco Giuntini sia stato molto utile per chiarire una volta per tutte la questione dei pediatri di libera scelta, che è stata oggetto di attacchi, spesso connotati da evidente incomprensione dei fatti reali. – dichiara il direttore D’Urso - Ringrazio il sindaco per la possibilità di confronto e la disponibilità al dialogo. La Asl, così come il Comune, lavora e si impegna nell’interesse dei cittadini ed è questo l’aspetto che conta e che deve essere sempre tutelato”.

E’ infine stato ribadito che nulla cambia per la Pediatria dell’ospedale Sant’Andrea che continua ad essere presente e a funzionare con specialisti ospedalieri che si occupano di casi emergenti e di acuzie, come negli altri presidi ospedalieri Asl.

“Credo che oggi sia stato trovato un punto di incontro, con l’organizzazione della Pediatria di libera scelta su 5 giorni e con la prospettiva di assistenza anche a Valpiana. – commenta il sindaco Giuntini – Faccio un appello ai genitori affinché scelgano in massa un nuovo pediatra per i loro bambini in modo da soddisfare un numero di assistiti tale da garantire l’implementazione dell’attività e avere un servizio di livello”.