Al via, anche in provincia di Grosseto, l’apertura al pubblico degli sportelli dell’Ispettorato micologico della Asl, cui possono rivolgersi i raccoglitori di funghi per autoconsumo, nel caso di dubbi sulla qualità della specie raccolta. Il periodo di apertura va dal 2 ottobre, al primo dicembre, salvo prolungamento in base all’andamento della stagione dei funghi, in tutto il territorio provinciale.

Come spiega Leonardo Ginanneschi, responsabile dell’Ispettorato micologico della Asl per l’area di Grosseto, “se non si è esperti, è possibile confondere le specie non commestibili con quelle commestibili, con il rischio di intossicazioni anche molto gravi, addirittura mortali se vengono consumati funghi altamente tossici, come ad esempio la Amanita phalloides. Spesso, infatti, le differenze tra colori, forme, odori, sapori, sono minime e solo un occhio esperto può individuarle facilmente. Nel dubbio, sempre meglio affidarsi alla conoscenza del micologo, l’unico in grado di affermare con certezza se quei funghi possono essere mangiati, rivolgendosi agli sportelli dell’Ispettorato e portando con sé tutti i funghi trovati, integri e ben conservati, per facilitarne il riconoscimento”.

Orari e le sedi degli uffici dell’ispettorato micologico (i funghi possono essere visti dai micologi anche in orari diversi, previo appuntamento telefonico)
· Grosseto – 2 ottobre /1 dicembre - Villa Pizzetti, viale Cimabue (edificio a destra del cancello principale), telefono 0564/485613 – 483626 – 483698 - 485605; lunedì, martedì, venerdì dalle 13 alle 14; giovedì dalle 16 alle 18;
· Follonica – 2 ottobre /1 dicembre - Distretto sanitario, viale Europa, telefono 0566/59516 - 59585; lunedì e venerdì alle 13.30 alle 14.30;
· Massa Marittima – 2 ottobre /1 dicembre - uffici amministrativi, viale Risorgimento; lunedì e venerdì, dalle 13 alle 14;
· Manciano – 2 ottobre /27 novembre – via Campolmi, telefono 0564/618008; il lunedì dalle 13 alle 14;
· Orbetello - 2 ottobre /1 dicembre – via Volontari del sangue; telefono 0564/869415, su appuntamento.
· Arcidosso – 2 ottobre /1 dicembre - Distretto sanitario, via degli Olmi, telefono 0564/914806 - 914807, lunedì e venerdì, dalle 12 alle 13.30.

Nelle scorse settimane, inoltre, l’Azienda ha attivato il servizio di “pronta disponibilità”. I micologi, cioè, vengono chiamati dai medici dei pronto soccorso del territorio provinciale, se si presentano casi di sospetta intossicazione da funghi, per individuare la specie responsabile dell’intossicazione con il massimo margine di sicurezza possibile e consentire di somministrare la terapia specifica, in tempi rapidi.
Anche in questo caso, i micologi della Asl raccomandano ai cittadini che si presentano in pronto soccorso per una sospetta intossicazioni da funghi, di fornire, quando possibile, i resti del pasto o altri eventuali funghi non ancora ingeriti. Questo li facilita nell’identificazione della specie responsabile dell’avvelenamento, risparmiando tempo prezioso per l’inizio della terapia adeguata.