Costituita la Rete delle vaccinazioni nella Asl sud est

Nasce la “Rete delle vaccinazioni e i rapporti con le Cure primarie”, nella Asl sud est. È la risposta che l’Azienda ha messo in campo per far fronte alla diminuzione delle vaccinazioni e per garantire omogeneità delle prestazioni nelle tre province dell’area vasta.

La Rete è coordinata dalla dottoressa Alessandra Bagnoli, responsabile aziendale per le vaccinazioni, con la quale collaborano la dottoressa Elena De Sanctis per il comprensorio aretino e la dottoressa Maria Di Cunto per quello grossetano. Ne fanno parte i professionisti del Dipartimento di Prevenzione, i medici delle Cure primarie, che a loro volta si raccordano con i pediatri e i medici di famiglia,  il direttore dell’Igiene pubblica e nutrizione, dottoressa Maria Teresa Maurello, il Dipartimento del farmaco, la comunicazione.

“La rete il compito di integrare, monitorare e raccordare il processo delle vaccinazioni sia pediatriche che degli adulti - spiega Alessandra Bagnoli - con la collaborazione dei medici e pediatri di famiglia, in particolar modo per l’aumento delle coperture rispetto a specifiche patologie come l’influenza, la  polmonite pneumococcica, e altre”.

Per facilitare ulteriormente il lavoro in rete tra le strutture aziendali e i pediatri di famiglia, entrerà in funzione a breve un sistema unico regionale per la registrazione delle vaccinazioni, che consente di avere il quadro immediato della situazione e recuperare chi non risulta in regola con le vaccinazioni.

La prevenzione delle malattie infettive, del resto, è uno dei principali obiettivi della sanità pubblica e le vaccinazioni sono un anello fondamentale per la salute dei cittadini.  Molte patologie sono state debellate nel corso degli anni, riducendo la percezione dell'importanza delle vaccinazioni, che restano l’unico strumento efficace per combattere il riemergere di malattie finora scomparse”