Si tratta di una statua realizzata dall’artista valdarnese Giuseppe Setti: è il suo regalo per l’ospedale di Arezzo

AREZZO – Una statua donata all’ospedale di Arezzo e posizionata nel piazzale, accanto all’ingresso.

Si è svolta questa mattina la cerimonia di consegna dell’opera alla presenza dell’artista che l’ha realizzata e donata, il valdarnese Giuseppe Setti, del direttore generale della Asl Toscana sud est Enrico Desideri e del direttore dell’ospedale Massimo Gialli.

La statua raffigura una donna che allatta e riporta una scritta incisa: “E’ l’inizio della buona salute”. Il messaggio è quindi relativo alla buona pratica dell’allattamento materno, fonte di salute per i bambini.

Setti ha già donato in passato una statua, quella volta in legno, all’ospedale di Montevarchi. “Lo ringraziamo perché le opere d’arte abbelliscono i nostri presidi – ha dichiarato Desideri – Il tema trattato ci sta particolarmente a cuore visto che in tutti i nostri ospedali promuoviamo l’allattamento materno. Un bellissimo regalo di Natale”.

“Grazie a Giuseppe Setti che, essendosi trovato bene quando è stato ricoverato da noi, ha voluto omaggiarci di questa statua – ha spiegato Gialli – Per noi è un onore e un grande piacere accettare l’opera che abbiamo deciso di posizionare all’ingresso dell’ospedale, facilmente visibile a tutti”.

“Ho iniziato a realizzare statue a 78 anni – ha detto Setti - dopo una vita passata in miniera, quando ero giovane, e poi lavorando come muratore. Sono convinto che la vera salute sia quella garantita dal latte materno, ecco perché ho deciso di realizzare questa statua con la scritta che vedete incisa. Tutto parte dalle mamme, sono loro il vero motore del mondo”.