AREZZO - Torna “Musica al San Donato”

Riprende il cartellone degli eventi all’auditorium Pieraccini grazie alla scuola “Le 7 Note”

AREZZO – Nuova stagione concertistica all’ospedale San Donato di Arezzo. Come da tradizione, nei mesi invernali l’auditorium Pieraccini ospita una serie di concerti grazie alla scuola “Le 7 Note” e sotto la direzione artistica di Luca Provenzani e Fabiana Barbini.

Il primo appuntamento è in programma domenica prossima 15 ottobre con “Il jazz e i nuovi linguaggi”. Si esibisce la scuola “Le 7 note”, Dipartimento di musica jazz diretto da Federico Carnevali. Parteciperanno gli insegnanti Elena Goti (voce), Federico Carnevali (chitarra), Ivan Elefante (tromba), Federico Nuti (pianoforte), Giovanni Paolo Liguori (batteria), Francesco Sarrini (contrabbasso), che eseguiranno un repertorio basato sui grandi classici del jazz e presenteranno i nuovi corsi in convenzione con Siena Jazz University, da quest’anno attivi presso Le Scuola Le 7 Note. A fine concerto seguirà una presentazione aperta al pubblico dell’Orchestra Musicasempre, la prima orchestra sociale gratuita di Arezzo, con la partecipazione del direttore Marco Scicli. I bambini sono particolarmente indicati per partecipare all’iniziativa: potranno provare gli strumenti e verranno coinvolti in giochi sulla musica d’insieme.

Domenica 29 ottobre la stagione prosegue con “Tra alti e bassi”, con Raoul Gallini (voce narrante), Amerigo Bernardi (contrabbasso) e Luca Provenzani (violoncello). Domenica 5 novembre sarà la volta del “Quartetto di ottoni Guido Monaco” con Barbara Cenni e Bruno Bocci (trombe), Filippo Zambelli (corno) e Niccolò Pontenani (trombone). Domenica 19 novembre, Concerto premio dei vincitori del concorso Giovani musicisti “Gianfranco Barulli”, in collaborazione con il Calcit. Infine, domenica 10 dicembre “Concerto di Natale” con allievi e maestri delle 7 Note. Tutti gli eventi prendono il via alle 16,30 e sono ad ingresso libero.

“Anche quest’anno abbiamo voluto aprire le porte del San Donato per iniziative artistico-culturali – dichiara Massimo Gialli, direttore di presidio – Siamo convinti che l’ospedale sia una struttura pubblica a disposizione della comunità e che possa essere fruita dai cittadini anche per eventi extra istituzionali. Pertanto estendo a tutti l’invito a partecipare”.

“Crediamo molto nel valore della musica in ospedale, un progetto sociale e culturale al tempo stesso. Ci rivolgiamo ai degenti e ai loro familiari, perché nella musica possano trovare un momento di conforto e gioia, e a tutti gli aretini, perché possano vivere l’ospedale come luogo aperto verso la città, oltre alla sua primaria funzione di luogo di cura. Siamo grati alla Asl Toscana Sud Est che ci permette di proseguire in questa iniziativa” ha commentato Luca Provenzani, presidente de “Le 7 Note”.