L’Asl Toscana sud est risponde ai medici della Continuità Assistenziale

AREZZO – La Asl Toscana sud est risponde ai medici della Continuità Assistenziale (ex guardia medica) di Arezzo sulla questione delle lettere di messa in mora inviate agli stessi per la restituzione di somme che hanno ricevuto a partire dal 2004. In quell’anno, infatti, la Usl 8 aveva deliberato un’indennità per i medici della Guardia medica, che adesso è sotto verifica da parte della Guardia di finanza, con controlli che riguardano varie Aziende sanitarie italiane.

La Asl Toscana sud est ribadisce la propria vicinanza ai medici. L’Azienda sta seguendo puntualmente gli sviluppi di un fatto che risale a 14 anni fa, nel pieno rispetto di quanto richiesto dalle Fiamme Gialle.