Le precisazioni di Desideri sulla nota del Calcit:“I professionisti lavorano in rete per un servizio migliore ai malati”

AREZZO – In merito alla nota diffusa oggi dal Calcit di Arezzo sull’Oncologia, il direttore generale della Asl Toscana sud est, Enrico Desideri, precisa quanto segue:

“Vorrei sottolineare che gli oncologi sono già presenti negli ospedali delle vallate aretine. L’idea innovativa che vogliamo portare avanti è che ci sia un’interazione tra i vari specialisti, perché solo così il loro livello professionale e culturale può crescere. Questo significa che un oncologo può spostarsi dalla Valtiberina ad Arezzo o viceversa, in base ai casi e alle esigenze dei malati, che sono il nostro primo pensiero. Tutto questo in accordo con i nostri bravi oncologi, così come fanno già da tempo i chirurghi e i cardiologi ad esempio. E’ quindi importante che non siano i malati a spostarsi ma che lo facciano i professionisti che lavorano in rete. La Asl Toscana sud est è impegnata nell’incremento degli organici. Proprio oggi entra in servizio un nuovo oncologo ad Arezzo e a metà febbraio ne entrerà un altro in sostituzione di un oncologo che è appena andato via. L’attenzione, quindi, è massima”.

La Asl Toscana sud est ringrazia il Calcit per il lavoro costante nei confronti della sanità e dei cittadini e sottolinea come il bene dei pazienti sia l’impegno che accomuna l’azione di tutti.