Una delegazione di tecnici da tutto il continente ha fatto visita al San Donato e alla Gruccia. Il progetto“Ospedale Verde” consente di risparmiare oltre 1milione e mezzo all’anno sul costo dell’energia

AREZZO – Una delegazione internazionale di esperti della Comunità Europea in visita all’ospedale di Arezzo e a quello del Valdarno per studiare le migliori pratiche nell’ambito dell’efficienza energetica negli edifici pubblici per poi divulgarle e utilizzarle negli altri Paesi Europei.

In particolare, sono stati presi in esame i nuovi impianti di cogenerazione, gli impianti fotovoltaici, le nuove centrali termiche ed il sistema di telecontrollo presenti nei 2 Ospedali dell’Azienda Sanitaria Toscana Sud Est.

Questi lavori fanno parte del progetto “Ospedale Verde” che ha portato all’Azienda Sanitaria, unica in Italia, un finanziamento a fondo perduto di quasi 3 milioni, a cui si è aggiunto 1 milione circa di fondi propri. Queste risorse sono state utilizzate tra il 2012 e il 2017 per interventi su 39 immobili nel territorio della ex Usl 8, tra cui anche al San Donato e alla Gruccia.

La visita, che si è tenuta oggi, è stata organizzata dall'Agenzia Fiorentina per l'Energia nell'ambito del progetto “Empower” che fa parte della linea Europea Interreg di cui la Regione Toscana è partner. Della delegazione, ricevuta e accolta dalle Direzioni di Presidio, facevano parte il responsabile dell’Agenzia Fiorentina, Sergio Gatteschi, due tecnici svedesi, due sloveni e due francesi.

“Con questi impianti – spiega Daniele Giorni, Energy Manager della Asl Toscana sud est che ha seguito tutto il procedimento nel corso degli anni – la nostra Azienda ha risparmiato 1 milione e 600 mila euro all’anno sul costo dell’energia e sta autoproducendo internamente ai propri ospedali circa il 50% dell’energia elettrica consumata ogni anno dalla ASL. In due anni e quattro mesi i costi sostenuti vengono completamente ripagati dal risparmio energetico. Si tratta di risultati importanti che sono riconosciuti a livello europeo e che diventano esempio per gli altri Paesi”.

“Il Progetto Ospedale Verde, motivo di orgoglio per l’Asl Toscana Sud Est, non è nuovo ad importanti riconoscimenti - ha commentato il direttore generale Enrico Desideri - Già nel 2012 questo progetto fu premiato con una menzione speciale al Forum della Pubblica Amministrazione di Roma. E adesso arriva un importante riconoscimento anche a livello europeo. Mi preme sottolineare che i risparmi fatti sono del tutto a vantaggio dei cittadini e della loro salute, sia in termini di risorse da reinvestire che in termini di qualità dell’aria”.