AREZZO - L’esperienza della Asl Toscana sud est al Forum Risk

L'Azienda presenzierà all'evento con numerosi interventi e professionisti

AREZZO – "Sicurezza e qualità delle cure: la sfida per il cambiamento della sanità". E' il titolo del Forum Risk Management in Sanità, in programma dal 28 novembre al 1 dicembre alla Fortezza da Basso a Firenze. E la sfida per il cambiamento vede in primo piano anche la Asl Toscana sud est che sarà presente con numerosi professionisti alla rassegna sulle tecnologie applicate alla sicurezza del paziente. Una presenza che si concretizzerà con la partecipazione diretta a incontri e convegni, per dare voce all'esperienza e alle buone pratiche della Azienda.

Il 28 novembre, sul tema "Innovare in sanità: Lean Healthcare", relazionerà Daniela Matarrese, direttore della Rete ospedaliera. Il direttore generale Enrico Desideri interverrà sul tema "Tecnologie a supporto delle community cliniche ed assistenziali"; Gianna Aldinucci e Ivana Nardo sono tra i relatori del convegno "Il fattore umano: arma vincente in sala operatoria, strategie di efficacia, efficienza e sicurezza". Lorenzo Baragatti coordinerà i lavori su "Il ruolo ed il contributo delle professioni infermieristiche ed ostetriche per la gestione della legge 24/2017; l'incontro "Salute e ambiente, una scelta consapevole",sarà moderato da Domenico Sallese.

Il 29 novembre, tra i professionisti che faranno il punto sulla Riforma sanitaria in Toscana a due anni dal suo inizio, ci saranno anche il direttore generale Desideri e Fabrizio Boldrini; il direttore sanitario Simona Dei farà invece la relazione introduttiva sul tema "Pdta e presa in carico del paziente. Costruire il futuro: modelli, soluzioni organizzative a partire dalle nuove reti dei professionisti"; sul tema "Relazione tra i Dipartimenti e le direzioni sanitarie di presidio" interverranno Lorenzo Baragatti e Antonella Valeri; sui programmi di sviluppo della telemedicina, Mauro Caliani porterà l'esperienza della Sud Est; il direttore generale Desideri modererà i lavori su "Partnership pubblico/privato: regole trasparenti e buone pratiche" poi, nel pomeriggio, in quanto vice presidente di Federsanità, introdurrà il tema "La programmazione strategica delle Aziende sanitarie ed il valore della interazione con le altre istituzioni"; sulla criticità dei percorsi nel Parkinson è invece prevista la relazione di Roberto Marconi.

Il 30 novembre Fabio Lena interverrà su "Appropriatezza nell'uso dei farmaci tra valutazione e sostenibilità"; Michela Bischeri racconterà le buone pratiche infermieristiche per la sicurezza del paziente; nell'ambito dell'Assemblea dei direttori generali, interverrà Enrico Desideri per parlare di "Gestione della complessità nelle nuove aziende sanitarie".

Il 1 dicembre sarà Massimo Mandò, con altri colleghi toscani, a moderare il workshop dal titolo "Sicurezza e gestione del rischio clinico nel soccorso ospedaliero. Tra gli interventi è previsto anche quello di Stefano Barbadori. Enrico Desideri e Dario Grisillo, direttore Dipartimento della Medicina Generale, interverranno sul nuovo ruolo delle farmacie nel territorio in relazione alle reti cliniche; infine Alfonso Baldoncini relazionerà sul tema della diagnosi precoce nell' Alzheimer.


Scarica la brochure con programma dettagliato degli interventi

Allegati: