Numerosi interventi tra persone ferite e strutture di cura rimaste senza corrente elettrica

AREZZO – Grande lavoro anche per il 118 a causa del forte maltempo che ha interessato la provincia di Arezzo in questi giorni. Gli operatori sono stati chiamati a tenere costanti contatti con la prefettura e con i vari soggetti legati alla protezione civile e al soccorso.

Da ieri pomeriggio e fino a questa mattina intorno alle 9, sono stati numerosi gli interventi per persone ferite, come un uomo colpito da una lamiera che si era staccata dal tetto per il forte vento o come una casa di riposo in Casentino rimasta senza energia elettrica. In particolare, il 118 è stato chiamato per quei casi di pazienti a domicilio che utilizzano macchinari e strumenti medicali e che, in caso di mancata corrente, non possono essere utilizzati. La situazione, grazie alla sinergie con i vari soggetti istituzionali, è tutta sotto controllo, anche per quei 40 scout che in Casentino hanno dovuto trovare riparo tra rifugi e chiese per sfuggire all’ondata di maltempo.