Magnani: “Un comfort maggiore non solo per gli utenti ma anche per gli operatori”
AREZZO – Nuovi ambienti funzionali e confortevoli con personale medico e infermieristico dedicato a chi deve affrontare le cure oncologiche. I cittadini che hanno dovuto frequentare il Day Hospital Oncologico, si sono impegnati con generosità e passione per rendere più confortevoli gli ambienti.
Al Day Hospital Oncologico di Sansepolcro si effettuano trattamenti chemioterapici specifici, terapie di supporto e controllo periodico dell’andamento della malattia nelle fasi trattamento dopo una diagnosi istologica di neoplasia e dopo avere effettuato una prima visita oncologica
“ Sono molti i pazienti della Valtiberina- commenta Elena Magnani responsabile Dh oncologico- che scelgono la nostra struttura. E così che alcuni di loro hanno deciso di donare arredi. Aiutati dal Calcit della Valtiberina e quello di Arezzo sono riusciti a migliorare l’ambiente di cura con una piccola biblioteca per pazienti e i loro familiari, due poltrone e una parete attrezzata per la sala terapia. Un vantaggio non solo per chi vi accede da utente, ma anche per noi che ci lavoriamo, quindi il mio è davvero un grazie di cuore a tutti.”
Grande soddisfazione per aver raggiunto la cifra di 4000 euro è stata espressa dalla presidente del Calcit Valtiberina, Lucilla Burroni.
“Migliorare i percorsi di cura- spiega Burroni- specialmente dei pazienti oncologici è il nostro principale obiettivo. E siamo felici di trovare nei cittadini risposte e proposte generose come questa. Siamo riusciti a rendere l’ambiente più confortevole grazie anche al Calcit di Arezzo e ringrazio personalmente il presidente Giancarlo Sassoli, tutti i cittadini che hanno contribuito, in particolare Cosetta Gasparri”.
“Per noi- spiega Giancarlo Sassoli- è un piacere intervenire con il nostro contributo quando siamo sollecitati per iniziative come queste dai cittadini stessi.”
All’inaugurazione erano presenti anche il direttore generale della Asl Toscana sud est Enrico Desideri e Massimo Gialli direttore del presidio ospedaliero, entrambi hanno ringraziato i cittadini.