Dal 15 aprile i micologi della Asl sono a disposizione per valutarne la commestibilità

AREZZO - L'Ispettorato Micologico del Dipartimento della Prevenzione della AUSL Toscana Sud Est informa che dal 15 aprile al 30 giugno sarà garantito il servizio di consulenza micologica gratuita ai cittadini.
Solo i micologi, tramite l’osservazione e le conoscenze morfo-botaniche possono determinare la commestibilità delle specie dei funghi e pertanto sono assolutamente da evitare mezzi empirici come la prova dell’aglio, dell’argento, il consumo da parte delle lumache o il “sentito dire”.
Ecco gli orari del servizio:
Zona Arezzo: all’ospedale San Donato il lunedì, martedì e giovedì dalle 11 alle 13; Zona Valdarno: all’ospedale di Montevarchi il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 12,30 alle 13,30; Zona Valtiberina: al distretto socio-sanitario di Sansepolcro il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 12,30 alle 13,30; Zona Casentino, al distretto socio sanitario di Poppi su appuntamento (tel 3803278978 e 0575 568456); Zona Valdichiana, al distretto socio sanitario di Camucia su appuntamento (tel 0575639969 o centralino 0575 6391).
Al fine di prevenire le intossicazioni da funghi tossici e velenosi che si verificano puntualmente ogni anno durante la stagione fungina, si raccomanda ai cittadini di sottoporre al controllo tutti i funghi raccolti o regalati.
L'accesso agli Sportelli Micologici Zonali è liberamente consentito nei giorni e negli orari indicati o su richiesta telefonica per le Zone Casentino e Valdichiana. Al di fuori degli orari di apertura degli sportelli, compatibilmente con le esigenze di servizio, è possibile usufruire del servizio di consulenza micologica previo appuntamento telefonico.
I funghi devono essere presentati al controllo in contenitori rigidi e forati (cestini) e devono essere: interi (non recisi o tagliati, non spezzettati, non lavati, non raschiati o comunque privi di parti essenziali al loro riconoscimento); puliti da terriccio, foglie e/o altri corpi estranei; in buono stato di conservazione.