Sono giunte alcune segnalazioni. L’Azienda mette in guardia: “Non siamo noi”

AREZZO – La Asl Toscana sud est informa la cittadinanza che nessun dipendente o convenzionato con l’Azienda, in particolare il personale del Centro Oncologico, telefona a casa delle persone in cura per sottoporle ad un questionario.

In questi giorni, infatti, sono giunte segnalazioni di casi simili: alcuni individui, dopo aver telefonato, si presentano al domicilio con la scusa di un omaggio. In realtà si tratta di venditori di un’azienda privata che commercia una serie di macchinari e strumenti di vario genere.

La Asl, in nessun settore o caso, si muove con queste modalità e mette in guardia i cittadini.