L’intesa è stata siglata da Asl Toscana sud est e Comune. Ecco cosa si troverà al suo interno


PRATOVECCHIO STIA– E’ stato siglato l’accordo tra Comune di Pratovecchio Stia e Ausl Toscana sud est per la nuova Casa della Salute nell’alto Casentino. Sorgerà in Piazza Pertini, a Stia, in un edificio di proprietà dell’amministrazione comunale.

Un contributo economico congiunto di Asl e Comune permetterà la ristrutturazione dell’edificio per adibire i circa 450 mq ad ambulatori e servizi. Qui infatti saranno trasferiti gli ambulatori dei 5 medici di famiglia, 2 pediatri, i servizi sociali, il Cup e alcuni ambulatori specialistici.

“Per il nostro territorio e la nostra gente questa firma rappresenta un momento storico- ha dichiarato il sindaco Nicolò Caleri - La nascita della Casa della Salute a Pratovecchio-Stia permetterà di fornire ai nostri cittadini un servizio più ampio e qualitativamente migliore, rispondendo in modo sempre più valido alle esigenze della popolazione. Come amministratori siamo veramente orgogliosi di aver raggiunto questo risultato e in questo senso sento il dovere di ringraziare tutta la mia maggioranza e i dipendenti del Comune che hanno reso possibile la firma del protocollo. Un grande ringraziamento va anche al Direttore Generale Enrico Desideri e al Direttore di Zona Distretto Carlo Montaini che fin dall’inizio hanno sostenuto il progetto con grande forza, aiutandoci a superare le inevitabili difficoltà di percorso”.

“Questa sarà la quattordicesima Casa della Salute nel territorio aziendale - ha detto Enrico Desideri, direttore generale Ausl Toscana sud est- Si sta concretizzando il nostro progetto: professionisti e servizi che lavorano in rete per prendere in carico il cittadino a 360 gradi. Alla casa della salute di Pratovecchio - Stia sarà attivo il servizio “Dove si prescrive si prenota”, che permette di prenotare subito l’esame prescritto dal medico e quest’ultimo potrà chiarire nell’immediato i dubbi sui tempi di attesa”.

“Grazie anche alla piena collaborazione e al coordinamento tra medici di base, specialisti, infermieri e servizi - ha detto Carlo Montaini direttore della Zona Distretto - anche l’Alto Casentino avrà la sua Casa della Salute. Servizi integrati, in grado di dare molteplici risposte al cittadino in un’unica struttura, così come avviene già a Rassina e Poppi. Rimarranno comunque aperti gli ambulatori presso altre località limitrofe, per non disperdere il prezioso servizio reso alla popolazione”.

“L’amministrazione comunale - conclude Caleri - attiverà anche un servizio navetta per collegare la Casa della Salute alle varie zone del paese così da rendere indipendenti anche le persone con mobilità ridotta. La navetta servirà comunque a tutta la popolazione che dovrà spostarsi all’interno del nuovo comune, nato da una fusione senza la quale il progetto della Casa della Salute non avrebbe mai potuto vedere la luce visto che i precedenti comuni non avrebbero mai avuto le risorse economiche necessarie a realizzarlo”.

Per realizzare la Casa della Salute di Pratovecchio – Stia, la Ausl Toscana sud est ha già stanziato150.000 euro.