Il servizio si inserisce tra le iniziative legate all’UNICEF. Sono allestite postazioni dove le mamme possono allattare o cambiare il pannolino

MONTEVARCHI – Baby Pit Stop , ovvero aree di sosta attrezzate a misura di mamma e bebè. Sono state inaugurate questa mattina all’ospedale della Gruccia proprio in occasione della Festa della donna
Il Baby Pit Stop si inserisce tra le iniziative realizzate dall’UNICEF per garantire i diritti sanciti dalla Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, in particolare l’art. 24 che tutela il diritto alla salute nell’ambito del Programma “Ospedali e Comunità amici dei bambini”.
Allattamento a richiesta: così è definito l’allattamento al seno, che al contrario di quello artificiale non ha orari fissi né un numero definito di poppate nell’arco della giornata.
“Sono cinque i punti di allattamento che abbiamo allestito - ha dichiarato Daniela Matarrese, direttore dell’ospedale - Grazie anche ad alcune ditte e associazioni del territorio che ci hanno offerto il materiale, le mamme hanno a disposizione spazi con fasciatoio, poltrona e giochi che garantiscono la riservatezza per quel gesto semplice quanto naturale, che a volte può essere difficile svolgere in pubblico”.
Per rimarcare l’impegno della Gruccia nell’ambito del percorso intrapreso per ottenere il riconoscimento UNICEF “Ospedale amico del bambino”, sono state messe a disposizione delle mamme le poltrone che si trovano all’ingresso dei reparti di Radiologia, Medicina, Ostetricia e al CRT (Centro Riabilitazione Toscana). I Baby Pit Stop con poltrona, fasciatoio e giochi si trovano anche negli ambulatori ostetrici/pediatrici e nella sala d’attesa dell’Ostetricia.

"L’allattamento rappresenta per i bambini il miglior modo possibile per iniziare la vita - ricorda il direttore della Pediatria, Luca Tafi - Il latte materno è il primo vaccino per i bambini: li protegge da malattie potenzialmente gravi e garantisce tutto il nutrimento di cui hanno bisogno per sopravvivere e crescere bene. È ampiamente dimostrato che l’allattamento materno porti benefici a livello cognitivo e di salute, sia per i bambini che per le madri. Riduce il rischio di allergie, sovrappeso e obesità”.

“Infatti – continua la coordinatrice ostetrica Stefania Mugnai – l’allattamento favorisce uno speciale legame fisiologico e affettivo tra madre e figlio, riduce il rischio di tumore alle ovaie e al seno. Infine, il latte materno è ecosostenibile e a impatto zero sull'ambiente".

“Ringrazio gli operatori che con un gesto così semplice hanno creato un ambiente dove le mamme posono fermarsi per cambiare il piccolo e allattare in tutta comodità, come fossero a casa loro. Spero che questa iniziativa faccia da apripista per altri luoghi pubblici” ha concluso il presidente della conferenza dei sindaci Sergio Chienni.

La direzione di presidio della Gruccia, nell’invitare la cittadinanza all’inaugurazione, ricorda che per le mamme è stato attivato un numero di telefono dedicato, denominato “Pronto? Latte!” (tel 055 9106925) a cui rispondono le ostetriche 24 ore su 24.